3 SAGHE LETTERARIE DA LEGGERE IN AUTUNNO




Bentrovati cari amici del blog!
Oggi nuovo post in cui vi racconterò delle tre saghe librose che ho intenzione di leggere in questo periodo.
L’autunno è il periodo perfetto per leggere, magari mentre fuori piove, con un bel tè e una copertina scozzese sulle ginocchia. In più trovo che sia, insieme all’inverno, la stagione più proficua per la lettura. Per questo giù di mattonazzi e saghe ( ci si augura :D).



“IL FIGLIO DI RAMSES” – Christian Jacq



 Punto i Romanzi di Jacq da tantissimo tempo e, finalmente, grazie alla collana di libri a cinque euro della Tea, sono riuscita ad accaparrarmi una delle saghe. 
“Il figlio di Ramses” è composta da “La tomba maledetta”, “Il libro proibito”, “Il ladro di anime” e “La città sacra”. Jacq è un noto egittologo francese, e ha scritto molte altre saghe dall’ambientazione storica ( come “il romanzo di Mozart”), ma soprattutto nell’epoca a lui più cara, ossia quella dell’antico Egitto (ricordo “Il grande romanzo di Ramses”, edito Mondadori e “I misteri di Osiride”, usciti col Corriere della Sera). 
I gialli storici, come forse saprete, mi affascinano sempre, e ho grandi aspettative da questa saga. 
A voi la sinossi del primo volume: la sinossi del primo volume:

“Figlio minore del Faraone Ramses II, Setna è uno scriba di grande saggezza, un mago che sa opporsi alle forze del Male, un guaritore che può sanare le ferite del corpo e quelle dell'anima. È quindi a lui che il Faraone si rivolge per risolvere un mistero che ha gettato un'ombra di terrore sull'Egitto: qualcuno è riuscito a entrare nella "tomba maledetta" e ha rubato il vaso sigillato che contiene il segreto di Osiride, capace di distruggere ogni cosa e di avvelenare il fuoco, l'aria, l'acqua e la terra. Chiunque abbia compiuto quel furto sacrilego è senza dubbio deciso ad annientare il glorioso regno di Ramses e il Paese intero. E potrà essere fermato soltanto da chi, come Setna, non crede nel potere della violenza, ma in quello della verità. Aiutato dalla bellissima Sekhet, figlia di un alto funzionario ed esperta di arti magiche, Setna deve quindi valersi di tutta la sua intelligenza per far luce sul mistero, scoprendo ben presto che non può fidarsi di nessuno, che la corte del Faraone è un nido di vipere, che la sua stessa vita è in grave pericolo. Avrà il coraggio di andare sino in fondo, schivando ambizioni, vendette e tradimenti, e di confrontarsi col Male in persona? Una cosa è certa: dopo, in Egitto, nulla sarà come prima...”

“IREMONGER”  - Edward Carey


 
Un mio amico mi obbligò a comprare il primo volume qualche tempo fa, disse che lo aveva divorato in pochissimo tempo e che mi sarebbe piaciuto allo stesso modo. Da allora questo libro è sempre rimasto nei miei pensieri e ho finalmente deciso di leggerlo, soprattutto per l’ambientazione molto autunnale e gotica che mi ispira. Per ora mi sono fermata all’acquisto di quel primo volume, perché ognuno dei tre capitoli costa su 20 euro ( è edito Bompiani ed è splendido! Nonché ricco di bellissimi disegni e illustrazioni).
La saga è composta da: “I segreti di Heap House o Iremonger”, “Foulsham” e“Lombra”.
La sinossi del primo volume è:  “Clod è un Iremonger. Vive tra un mare di oggetti gettati via o smarriti che provengono da tutti gli angoli di Londra. E al centro di questo mare c'è una casa. Heap House, un insieme di tetti, torrette, comignoli, parti di case smantellate con i loro misteri, raccolti per tutta la città e fusi in un labirinto vivo di scale, saloni e angoli nascosti. Gli Iremonger hanno una caratteristica: ciascun Iremonger è legato, sin dalla nascita, a un oggetto. Ma Clod Iremonger ha una caratteristica ulteriore: lui può udire i sussurri degli oggetti. Il primo di cui ha avvertito la voce è stato il suo oggetto natale: il tappo da bagno universale James Henry che diceva proprio questo "James Hayward Henry". Ma un giorno su Heap House iniziano a radunarsi nubi di tempesta: gli Iremonger sono sempre più irrequieti e le voci degli oggetti si fanno più forti; Clod incontra Lucy Pennant, una ragazza appena arrivata a Heap House, e la sua vita cambia. I segreti che tengono insieme la casa iniziano a dipanarsi rivelando un'oscura verità, che minaccia di distruggere il mondo di Clod.”
L’ambientazione della Londra vittoriana, cupa e tetra, vagamente alla Tim Burton me lo rende irresistibile, per non parlare della descrizione delle situazioni, strampalate e divertenti ma al contempo grottesche. Questa saga sembra la compagnia perfetta per l’autunno!

“DANNAZIONE” – Chuck Palahniuk



Lessi questo romanzo quando uscì, nell’ormai lontano 2011. Due anni dopo, edito Mondadori” venne pubblicato il secondo libro di questa fantomatica trilogia d’ispirazione –nientepopodimenoché-  Dantesca ( fantomatica perché del terzo libro non se ne sa nulla! Anzi, qualora voi doveste avere informazioni VI PREGO di farmi sapere qualcosa :D ).
Amai alla follia “Dannazione”, la storia ( parla di una tredicenne morta e finita all’inferno per aver fumato marijuana), l’ambientazione, lo stile con cui è raccontato, la sua crudezza… ogni singolo aspetto. Pertanto ho deciso di passare questo autunno rileggendo questo primo volume, recuperando il secondo e aspettando il terzo.
Dannazione :” Madison ha tredici anni ed è una ragazzina come tante. Be' insomma, più o meno... Figlia di una star del cinema parecchio narcisista e di un miliardario, viene, tra le altre cose, dimenticata per le vacanze di Natale nel suo collegio di iperlusso in Svizzera dai genitori, in giro per il mondo a caccia di orfani da adottare davanti ai media. Durante una notte degli Oscar, Madison riesce nella non facile impresa di morire per una overdose di marijuana, e all'improvviso si trova in una situazione assolutamente diversa da quella della maggioranza delle sue coetanee. Per dirla tutta, Madison non solo scopre di essere morta, ma per giunta di essere finita all'inferno, con la non esaltante prospettiva di dover trascorrere un bel po' di tempo (a occhio e croce l'eternità) tra le fiamme e quei tormenti che lo hanno reso tristemente famoso. Insomma, è innegabile che sia difficile pensare positivo, ma Madison è una ragazza pratica e cerca da subito di rendere meno terribili le sue prospettive: prima di tutto deve farsi degli amici, poi deve scoprire come funzionano le cose all'inferno. Infine (e questo è un obiettivo mica da ridere), deve cercare di farselo piacere. In poco tempo diventa amica di un gruppetto di coetanei: una cheerleader, un secchione, un punkrocker e un giocatore di football, e con loro attraverserà il Deserto di forfora e valicherà Colline di unghie tagliate, per arrivare alla città fortificata dove vive Satana...”

Sventura: “Madison Spencer è tornata. Adesso la protagonista di Dannazione è in piena maledizione. È risalita dall'inferno sulla Terra, ma solo perché sta attraversando quel momentaccio da lei soprannominato "crisi di mezza morte" e comunemente noto a tutti col nome di Purgatorio. Che genere di avventure affronterà? Ctrl+Alt+Soprannaturali. Come definire altrimenti l'Apocalisse che si abbatterà su Los Angeles alle tre di oggi pomeriggio? Giusto per cominciare, Madison neotrasformatasi in fantasma, ha appena scoperto il padre mentre "interagisce carnalmente" con la sua migliore amica Babette, sospetta che il nonno-nonnino Ben sia un guardone, senza contare poi che l'adozione del profugo fratellino Goran le appare ora per quello che era: una cinica mossa pubblicitaria. Può esistere qualcosa di peggio? Ovvio che sì. Per esempio i suoi genitori, Antonio e Camille. Lui si spaccia per l'incarnazione dello Zeitgeist e lei sembra la controfigura di Afrodite, ma sono solo due ex hippie diventati affaristi. Basta vedere come stanno riciclando i messaggi di Maddy dall'oltretomba: hanno inventato lo Zoticonismo, un'antireligione che è già un bestseller. Logico che Dio non veda di buon occhio la cosa: tutti gli ignari zoticonisti sono votati alle fiamme eterne e dunque la recente sproporzionata crescita dell'inferno potrebbe togliere quote di mercato al Paradiso. Ecco perché Satana sta inseguendo la protagonista fin dalla prima pagina pretendendola come concubina...”
Non lo trovate estremamente allettante?

Per questo post è tutto, vi invito a rimanere connessi per non perdere i prossimi articoli a tema!
Vi auguro di fare tante belle letture!
Giorgia


Commenti

  1. Questo articolo è stato estremamente dannoso per la mia wishlist, sappilo!!! 😂😂😂 un bacione ♥

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahaha!
      Come faremo con queste wish list che si allungano! Sono davvero felice di averti dato qualche spunto apprezzabile <3

      Elimina
  2. Come ben sai, la saga di Heap House mi ispira da tempo e bramo possederla come pochi altri libri ahahah sono molto attratta anche dai due libri di Palahniukora che me ne hai parlato...la mia wishlist fa "ciao ciao" con la manina!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La mia wish list ricambia il saluto con la manina ahahaha <3
      Spero tanto che il terzo di Dannazione esca presto... :(

      Elimina
  3. Trilogie estremamente interessanti e una rubrica decisamemte innovativa! Cosa posso volere di più? 😘

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma grazie mille!!! Che cara che sei <3

      Elimina
  4. I romanzi di Jacq 😍 li ho in tbr non so da quanto tempo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io volevo leggere qualcosa di suo da tantissimo! Per fortuna la Tea ha pubblicato ogni volume della saga a 5€ :D E' stata una buonissima occasione!

      Elimina
  5. Di questi conosco solo i libri di Jacq quindi grazie per la segnalazione (e allungamento della mia WL) 😂

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahah Grazie mille a te <3 Mi davvero piacere aver fornito qualche spunto ^^

      Elimina
  6. La saga di Jacq l'avevo in casa da piccola, poi non so che fine abbia fatto! Però sono curiosissima sì leggerla perché amo l'antico Egitto 😍

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'antico Egitto intriga un sacco anche me! Poi da Jacq, egittologo, mi aspetto di trovare la stessa passione :D

      Elimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Librecensione - "L'enigma dell'ermellino, into the Painting", C.C.Omell