3 LIBRI CONSIGLIATI - LIBRI SUI LIBRI





Ben ritrovati amici lettori!
Questa volta ci ritroviamo molto presto, senza far passare lunghi mesi di nulla :D
Oggi voglio parlarvi di una tipologia di libri non ufficiale ma che io amo da impazzire, ossia quei libri che hanno libri e librai e librerie e biblioteche come protagonisti o ambientazione. Sono tanto attratta da questo “non genere” che se vedo un volume con “libro” et similia nel titolo DEVO averlo (prima o poi…).
Ci sono tantissimi autori che hanno scelto come protagonisti dei loro romanzi i libri o come ambientazione le librerie; ad esempio mi viene in mente il famosissimo “Il club Dumas” di Arturo Pèrez-Reverte( da cui è stato tratto il film “La nona porta”, con la regia di Roman Polanski e la sempre gradevole presenza di Johnny Depp) , dove tutto parte dalla ricerca di una rara edizione de “I tre moschettieri” e che, attraverso peripezie, ricerche pericolose e viaggi per l’Europa, arriverà a un libro scritto con l’aiuto del Diavolo in persona.

Oggi vi parlerò dunque dei 3 “libri sui libri” che più mi hanno colpita e mi sono rimasti nel cuore.

QUANDO L’AMORE NASCE IN LIBRERIAVeronica Henry

Tempo fa ne feci una recensione sul mio canale Youtube e se volete sapere quanto mi sia perdutamente innamorata di questo libro vi lascio il link: https://www.youtube.com/watch?v=WFMKEuM-iYM&t=93s
 “In uno stretto vicolo di un minuscolo paesino vicino a Oxford si nasconde un posto speciale. È una piccola libreria, tutta di legno. Gli scaffali arrivano fino al soffitto e pile di libri occupano ogni angolo disponibile. Il suo nome è Nightingale Books ed è proprio qui che Emilia è cresciuta. Fra le pagine di Madame Bovary e una prima edizione di Emma di Jane Austen, Emilia ha imparato che i libri possono anche curare l’anima. È proprio questo che suo padre ha fatto per tutta la sua vita e ora è compito di Emilia: aiutare i suoi clienti grazie ai libri. Thomasina, timida e introversa, ha scoperto la cucina e l’amore attraverso i romanzi di Proust e i libri del cuoco Anthony Bourdain; Sarah, la proprietaria dell’antica villa di Peasebrook Manor, trova il suo unico conforto tra le righe di Anna Karenina; Jackson riesce a comunicare con suo figlio solo grazie al Piccolo principe. Perché per ogni dolore, per ogni dubbio, per ogni momento difficile esiste il libro giusto. Un libro che ti può salvare. Un libro che può farti trovare l’amore. Ma adesso la libreria è in pericolo. I conti proprio non tornano, i creditori stanno diventando pressanti e un uomo d’affari senza scrupoli vorrebbe costruire al suo posto degli appartamenti di lusso. La tentazione di vendere è enorme, ma Emilia deve tenere fede alla promessa che ha fatto al padre, deve lottare per la Nightingale Books. Deve continuare ad aiutare gli altri attraverso le pagine dei libri. Grazie alle parole di Camus, Salinger, Burgess e Kerouac, forse Emilia riuscirà a trovare la chiave per risolvere i suoi problemi. Manca solo quella per aprire il suo cuore.”
Ho amato questo libro perché trasmette perfettamente il messaggio di quanto possano essere importanti i libri, di come riescano a unire e far trovare le persone, di quanto essenziali risultino per la formazione personale. La sensibilità, la dolcezza, l’amore sono sentimenti che trasmette in modo vibrante! Le oltre 300 pagine scorrono in modo veloce e leggero, lasciando un sacco. Consiglio il libro perché se ne esce arricchiti. Da leggere e rileggere, per andare a trovare gli amici della Nightingale Book!

IL CASO DEI LIBRI SCOMPARSI Ian Samson
 
“Appena arrivato da Londra nella piccola cittadina di Tundrum, Irlanda del Nord, per ricoprire il suo primo incarico come bibliotecario, il giovane Israel Armstrong scopre che in effetti il suo posto non c'è, né la biblioteca, né i libri... E questo non è che l'inizio dei suoi guai. Nel giro di poche ore infatti perde vestiti, soldi, carte di credito, e forse anche fidanzata, s'imbatte in una serie di personaggi con i quali immancabilmente entra in conflitto, viene alloggiato niente meno che nella stia dei polli di una fattoria e si ritrova incastrato al volante di un vecchio furgone arrugginito che funge da biblioteca semovente, ma senza scaffali. Peccato però che i libri continuino a mancare: 15.000 volumi, per l'esattezza, scomparsi. Chi mai li avrà rubati? E perché? Ma soprattutto, ci sarà in quell'angolo di mondo dimenticato da Dio un posto decente dove poter bere un cappuccino decente e leggersi il giornale? Israel vuole delle risposte... ”
Libro carinissimo, divertente, che è impossibile non ricordare con affetto. All’inizio ho avuto un rapporto un pelino conflittuale con Israel, il protagonista, ma poi mi sono inevitabilmente lasciata accalappiare dalla sua goffaggine e la sua capacità di essere totalmente inadatto in qualunque contesto.
Anche la piega da giallo che prende il libro, dal momento in cui il nostro eroe/antieroe parte alla ricerca dei libri perduti, è molto gradevole ( niente voli pindarici: semplice ma ben fatta!). Consigliato per passare qualche piacevole ora in uno spaccato di Irlanda bucolico e pieno di imprevisti.
Se conoscete questo titolo e l'avete apprezzato, sarete felici di sapere che sono usciti altri libri della saga "
Le storie del bibliobus di Tundrum":
-Che cosa è successo a Mr. Dixon?
-Due uomini e un furgone ( per non parlar dei libri).
-Galeotto fu il libro


                             



LA LIBRERIA DELL’ARMADILLO -  Alberto Schiavone

“Un vecchietto smemorato scende di casa per comprare le sigarette e al posto del resto la tabaccaia gli offre un biglietto del SuperEnalotto. Senza nemmeno seguire l'estrazione, quella sera infila il biglietto tra le pagine di un romanzo. Uno di quelli fuori catalogo, che ormai non stampano più. Peccato, poteva essere lui il vincitore. Ma il destino di ogni libro è imprevedibile: per un caso fortunato, il volume finisce nelle mani di un libraio che sta lottando per salvare il suo negozio dalla chiusura. E sempre il caso vuole che a domandargli quel romanzo introvabile sia Francesca, affascinante, con lo sguardo intenso e la battuta pronta. Il libro però è già sparito - con il biglietto dentro - perché Tzu Gambadilegno, un ragazzo cinese, alto due metri e zoppo, l'ha rubato mentre consegnava pollo fritto a casa del libraio. Per fortuna lui, come tutti i librai, somiglia a un armadillo: è testardo, coriaceo e non si arrende di fronte agli ostacoli. Vuole ritrovare il libro e avere una buona scusa per presentarsi a casa di Francesca con un mazzo di fiori... ".
Romanzo che è mi rimasto nel cuore per tanti motivi diversi: la copertina stupenda, l’amore per i libri che trasuda, i tanti consigli letterari che ho ricavato dalle pagine. Un libro sull’amore per i libri, che racconta uno spaccato d’Italia, uno spaccato del nostro tempo, il rapporto col cartaceo e con gli ebook, il senso di smarrimento che si può provare ad avere un’intera raccolta in un rettangolo più piccolo e leggero di un tascabile. Il tutto condito da una storia d’amore e personaggi indimenticabili. Da leggere!

Questi erano i miei tre consigli sui “libri che parlano di libri”. Spero di essere riuscita a trasmettere un po’ della mia passione per questo non genere, poiché trovo che valorizzare il libro ed esaltarlo non solo in quanto oggetto, magari prezioso, ma come amico e maestro, come filo conduttore tra epoche, responsabile d’incontri, sia un bellissimo messaggio.

Fatemi sapere se anche a voi piacciono questi romanzi e quali mi consigliate ^^
Un abbraccio e buone letture!
Giorgia



Commenti

  1. Tutti libri estremamente interessanti per un genere che non ho mai approfondito troppo, ma grazie ai tuoi conisigli ho trovato con quale romanzo iniziare! 😘

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi fa tantissimo piacere ** Spero col cuore che riusciranno a conquistarti :D

      Elimina
  2. Non ne ho letto nemmeno uno perciò corro a segnarli in wish!

    RispondiElimina
  3. "Il caso dei libri scomparsi" mi ispira troppo!!! Comunque non ne ho letto nessuno 🙈🙈🙈 devo recuperare ♥

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Siiii :D Non appena ti capiterà di leggerne qualcunofammi sapere,anche perché li adoro e vorrei piacessero a tutti <3

      Elimina
  4. Non li conoscevo. Grazie per avermene parlato❤

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille a te! Se avrai modo di leggerli fammi saoere ^^

      Elimina
  5. Tema che incuriosisce molto anche me 😍 anche io ho "Il caso dei libri scomparsi", ma non ho ancora avuto occasione di leggerlo. Ti consiglio anche "La tredicesima storia", libro di cui mi hanno sempre parlato benissimo e che è da tantissimo nella mia tbr ❤

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per la dritta :D Vado subito a spizzare la trama, anche se dal titolo devo dire che ispira :D

      Elimina
  6. Beh ma quanto può essere bella la copertina de "La libreria dell'armadillo"? Sentiti in colpa perché ora lo voglio ihihih
    "Quando l'amore nasce in libreria" lo avevo puntato ma, viste le mie recenti e cocenti delusioni con Garzanti, non mi ero spinta oltre, lo riconsidererò.
    Io ti consiglio "La rivincita di una libraia" di Cynthia Swanson, non pensavo che mi sarebbe piaciuto così tanto :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille per la segnalazione! Già segnato in WL!
      La libreria dell'armadillo è davvero bello bello, ne conservo un ricordo piacevolissimo e non vedo l'ora tu mi faccia sapere qualcosa a riguardo <3

      Elimina
  7. Il caso dei libri scomparsi mi ispira parecchio😍
    L'Angolo Dei Libri

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io l'ho trovato parecchio godibile! Se lo leggerai non mancare di farmi sapere :D

      Elimina
  8. Non li conoscevo, grazie per la segnalazione 😊

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Librecensione - "L'enigma dell'ermellino, into the Painting", C.C.Omell

Librecensione: "Portobello Road", Annalisa Malinverno